Caldo in arrivo: al via i climatizzatori e, di conseguenza le malattie respiratorie. Ecco come evitarle

Caldo in arrivo: al via i climatizzatori e, di conseguenza le malattie respiratorie. Ecco come evitarle

Caldo in arrivo: al via i climatizzatori e, di conseguenza le malattie respiratorie. Ecco come evitarle

Per affrontare l’estate i climatizzatori delle auto saranno la nostra salvezza, ma attenzione a non esagerare, a rischio la nostra salute

Con il caldo che avanza, l’unico rimedio disponibile a bordo delle nostre auto è la cara vecchia aria condizionata. Un elemento necessario, non solo per rendere più confortevole il viaggio, ma anche più sicuro. Uno studio di Seat, ha dimostrato infatti che, ad una temperatura superiore ai 35 gradi (cosa usuale in estate), si perdono lucidità e sicurezza. E’ stato provato che il tempo di reazione del conducente è del 20% più alto rispetto a quando si guida a una temperatura di 25 gradi. Detto questo, è altresì giusto dare delle indicazioni per evitare altri problemi alla salute e preparare il proprio impianto prima che arrivi il grande caldo estivo.

 

QUANDO E COME PREPARARSI ALL’ESTATE 

Solitamente a maggio, con l’arrivo dei primi caldi, si sente il bisogno di accendere il climatizzatore. Bisogna però considerare che, se non viene utilizzato correttamente, può creare l’insorgere di malattie respiratorie o disagi di vario tipo.

  • Prima ancora di cominciare ad usarlo, consigliamo di rivolgersi ad uno specialista che possa controllare lo stato dell’impianto di raffreddamento, la tipologia di gas equipaggiato e, se necessario, ricarichi l’impianto.

E’ importante considerare che non basta semplicemente ricaricare l’impianto per farvi passare momenti freschi all’interno dell’abitacolo, poiché, se non viene mantenuta una corretta manutenzione dell’impianto di climatizzazione, il gas refrigerante si disperderà e rischiate di trovarvi nel bel mezzo della stagione estiva, a dover abbassare i finestrini per avere un po’ di refrigerio.

  • Un altro elemento da non sottovalutare è la sostituzione periodica (almeno una volta all’anno) del filtro anti-polline. Un filtro nuovo migliora la qualità dell’aria a bordo ed evita quindi l’infettarsi delle vie respiratorie, oltre che impedire la formazione di cattivi odori nell’abitacolo.
  • Ricordiamoci inoltre che il climatizzatore, oltre a rinfrescare l’aria, la deumidifica e raccoglie l’umidità all’interno di una vaschetta, veicolo ideale per la formazione di batteri anche molto pericolosi come la legionella, pertanto è utile far igienizzare i condotti dell’aria periodicamente.
  • E’ altresì importante sapere come impostarloper evitare che l’abitacolo sia troppo caldo o sia troppo freddo. Per prima cosa la temperatura ideale dovrebbe essere intorno ai 21/22 gradi. Anche la distribuzione della ventilazione può favorire un migliore raffreddamento dell’aria senza intaccare la salute. Non puntate l’uscita dell’aria solo sul viso o sul corpo, questo potrebbe causare, oltre a problemi legati alle vie respiratorie, anche contratture e congestioni, soprattutto se si sale a bordo accaldati.

Attenzione allo stress termico: di solito appena saliti a bordo si accende il climatizzatore alla massima potenza, ma ciò andrebbe a creare uno sbalzo termico importante causando mal di testa e mal di pancia. Bronchite, polmonite e altri problemi legati alle vie respiratorie potrebbero rovinarvi l’estate. Regolate sempre gradualmente la temperatura sia una volta saliti a bordo, sia poco prima di scendere dal veicolo.

 

    Politica di Privacy | Credits