COME COMPILARE LA CONSTATAZIONE AMICHEVOLE

COME COMPILARE LA CONSTATAZIONE AMICHEVOLE

COME COMPILARE LA CONSTATAZIONE AMICHEVOLE

La constatazione amichevole d’incidente è un documento molto importante per la denuncia del sinistro e la richiesta di risarcimento danni; aiuta infatti a velocizzare la gestione del sinistro ed evitare contestazioni su quanto accaduto.

DEVE ESSERE COMPILATA CORRETTAMENTE PERO’

Come compilare correttamente il modulo blu? Aiutandoci con l’immagine sottostante, vediamo come compilarlo punto per punto

Punto 1: Data: vanno indicate data e ora dell’incidente.

Punto 2: Luogo: il luogo dove è avvenuto il sinistro: comune, provincia, via e il numero civico (se ce n’è uno vicino).

Punto 3: Feriti: smarcare la casella “NO” se non ci sono stati feriti, barrare “SÌ” in caso di feriti anche lievi e compilare la sezione del modulo “Altre informazioni”.

Punto 4: Danni materiali: indicare se l’incidente ha provocato danni a “Veicoli oltre A e B”, o ad oggetti, come recinzioni o altro. Smarcando il “SÌ”, per una o entrambe le opzioni, andranno indicati (sulla denuncia, a tergo) l’identità e l’indirizzo dei danneggiati.

Punto 5: Testimoni: indicare se ci sono testimoni e, se ci sono, riportare se si tratta o meno di passeggeri a bordo del veicolo A o B.

Punto 6: Contraente/Assicurato: dal certificato di assicurazione vanno recuperati i dati corretti del contraente della polizza: cognome, nome, codice fiscale (o partita IVA), indirizzo di residenza con comune, provincia, via e numero civico, il CAP, lo Stato di residenza e un recapito telefonico o e-mail. 

Punto 7: Veicolo: specificare la tipologia del veicolo coinvolto (es. auto o moto). Vanno poi indicati marca e tipo, numero di targa o telaio e stato di immatricolazione (es. Italia).

Punto 8: Dal certificato di assicurazione vanno copiati i seguenti dati: nome della compagnia, numero di polizza o carta verde con relativo periodo di validità, agenzia (ufficio o intermediario) con denominazione e recapiti. Indicare se la polizza copre anche i danni materiali al proprio veicolo (garanzia accessoria).

Punto 9: Conducente: la persona che guidava l’auto al momento dell’incidente può non coincidere con l’intestatario della polizza, in ogni caso vanno riportati tutti i dati del conducente, inclusi il numero e il tipo di patente (categorie A, B, etc) e il periodo di validità.

Punto 10: Indicare con una freccia il punto d’urto iniziale del veicolo: si tratta del dato principale nella ricostruzione della dinamica dell’incidente, in quanto ci dice come ha avuto inizio. Nel caso A abbia tamponato B, ad esempio, A metterà una freccia sulla parte anteriore dell’auto e B su quella posteriore.

Punto 11: Danni visibili al veicolo: ciascun conducente riporterà i danni più evidenti che ha subito il proprio veicolo contrassegnandoli con una crocetta.

Punto 12: E’ importante barrare il campo giusto considerando lo schema sotto. Nel prospetto è riportata la responsabilità del veicolo A (T= torto; C=concorsuale; R= ragione; NC= tipologia sinistro non verificabile).

 

Punto 13: In questo riquadro qui si richiede uno schema grafico dell’incidente e non un’ opera d’arte: vetture stilizzate e frecce consentiranno di ricostruire il tracciato delle strade, la direzione di marcia di A e B, la posizione al momento dell’urto, i segnali stradali e i nomi delle strade.

Punto 14: Osservazioni: ovvero note aggiuntive facolitative.

Punto 15: Firma dei conducenti: la presenza di entrambe le firme dei conducenti attesta la validità del documento.

Altre informazioni: Qui va indicato se c’è stato l’intervento delle Autorità, specificando se si è trattato di Carabinieri, Polizia o Vigili Urbani. Ciascun conducente, inoltre, deve riportare i dati di riconoscimento di eventuali testimoni e/o feriti, e del proprietario del veicolo, solo se diverso dal contraente/assicurato.

Perché il modulo blu è così importante?

Perché permette di semplificare e velocizzare le pratiche per il risarcimento dei danni: in caso di danno subito, e di accordo tra le parti per la sottoscrizione della constatazione amichevole, la richiesta viene inviata direttamente alla propria assicurazione, e non a quella del veicolo responsabile del sinistro. Vi sarà quindi un risarcimento diretto e più veloce.

Se manca l’accordo tra le parti

Qualora non ci fosse accordo tra le parti e vi fosse solo la firma di uno dei conducenti, il modulo blu andrà comunque compilato e consegnato alla propria assicurazione: in questo caso, il documento varrà come denuncia di sinistro.

Non dimenticare che siamo a completa disposizione per aiutarti a compilare correttamente il cid, perciò puoi chiamarci al n° 0437/34115.

 

Politica di Privacy | Credits